Cerimonia della moneta per Costa Smeralda

La cerimonia della moneta è un rito di antica tradizione marinara che segna l’inizio della costruzione di una nave. La cerimonia avviene alla posa della chiglia della nuova imbarcazione, atto durante il quale ha luogo la prima ispezione congiunta dell’impresa costruttrice e dei committenti della nave stessa.

Consiste nell’inserire una o due monete sotto la taccata, cioè ciascuno dei sostegni della chiglia di una nave in costruzione sullo scalo o in bacino di carenaggio, come segno benaugurante per la nave stessa, per l’equipaggio, per i passeggeri. Le monete sono normalmente tolte quando la nave lascia il bacino di carenaggio, ma talvolta vengono fuse alla chiglia stessa.

Grazie Wikipedia, mi riprendo la linea…

 

4 luglio 2018

Si è svolta nei Cantieri Meyer di Turku, in Finlandia, la Cerimonia della moneta di Costa Smeralda, la nuova mega nave di Costa Crociere che arriverà a Savona nell’autunno del 2019.

 

Cantieri Meyer Turku Finlandia
I Cantieri Meyer di Turku, in Finlandia

 

Questa nave sarà la prima commercializzata a livello globale dotata di motori a doppia alimentazione e in grado di utilizzare solo gas naturale liquefatto (LNG) per la propulsione sia in navigazione che in porto, una soluzione che consentirà di azzerare le emissioni di ossido di zolfo e particolato e di ridurre drasticamente quelle di anidride carbonica

ha detto Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere, in occasione della cerimonia di saldatura della moneta benaugurale nella chiglia della nave.

Infatti, da Costa Smeralda in poi, potremmo parlare di crociera sostenibile, perché Il 100% dell’energia che alimenta la nave deriva dal LNG, una scelta che permette di ridurre drasticamente le emissioni di gas nocivi, e di conseguire nuovi importanti obiettivi di sostenibilità ambientale.

 

Costa Smeralda cerimonia della moneta
Pezzi grossi di Costa e di Meyer

 

Costa Smeralda

Premetto che non ho ancora prenotato la corciera inaugurale che parte il 4 novembre 2019, ma lo farò. Al momento, di confermato, ho solo l’inaugurale di Costa Venezia, a marzo. E poi, come in calce al mio articolo “Tra 274 giorni vado in crociera“, voglio ricordare a tutti gli addetti ai lavori e non che gradirei essere invitata al Battesimo, dato che lo fanno praticamente sotto casa mia. Quindi, pezzi grossi di Costa, di Meyer, di qualsiasi cosa… invitatemi, please!

Tornando alla Smeralda, volete un po’ di numeri? Lo so, magari a voi non interessano ma a me hanno sempre affascinato un sacco i dati tecnici delle navi (come vi ho raccontato nell’articolo della Navite) quindi ve li dico lo stesso:

  • Stazza lorda: 182.700 tonnellate (la stazza lorda dell’Eugenio Costa era poco più di 30.000 tonnellate, fate voi)
  • Lunghezza: 337 metri
  • Ponti: 20
  • Cabine: 2.612 (duemilaseicentododici, tipo un hotel di Las Vegas)
  • Ristoranti: 11
  • Piscine: 4
  • Capacità equipaggio: 1.678
  • Capacità passeggeri: 6.518
  • Velocità di crociera: 21,5 nodi

 

Costa Smeralda Costa Crociere
Sarà bellissima, non trovate?

 

Gli interni della Smeralda saranno pazzeschi. Qualità, stile, ospitalità, intrattenimento, gastronomia… tutto made in Italy (si, perchè l’Italia ha ancora delle eccellenze) e per ciò dobbiamo ringraziare un super team di architetti: Rockwell Group e Jeffrey Beers Intl., Dordoni Architetti, Partner Ship Design, sotto la direzione creativa di Adam D. Tihany.

Il nome della nave, Costa Smeralda, vuole essere naturalmente un omaggio alla bellezza dell’Italia e a uno dei suoi luoghi più rinomati. La partnership tra Costa e il Consorzio che tutela e promuove il marchio “Costa Smeralda”, infatti, prevede un fitto calendario di iniziative congiunte.

Le prenotazioni sono già aperte. Io aspetto ancora un attimo, ma ci andrò!

 

Baci smeraldi,

Cinzia

 

ps: il varo…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.