interviste-viaggio-.silvia-cocchia-piumondopossibile

Interviste di viaggio #12 – Silvia Cocchia

Ma buongiorno!! Eccoci alla puntata n. 12 di Interviste di Viaggio e, come anticipato nella scorsa puntata, oggi inizia la carrellata di interviste alle #Socialgnock che hanno risposto entusiaste alla mia chiamata!
La prima è Silvia, andiamo a conoscerla!

Silvia vista da me

Posso dire ben poco perchè, appunto, è una #Socialgnock che ha deciso di partecipare dopo il mio post (che recitava più o meno così ehi, qualcuno vuole mica partecipare alle mie Interviste di Viaggio??); ci siamo scambiate qualche messaggio, un paio di mail e niente di più!
E’ una graphic designer, con un bellissimo logo e la passione per i viaggi!

Ora basta, facciamo parlare lei…

Ciao Silvia! Chi sei? Raccontami di te…

Eccomi qui, per la prima volta a scrivere in rete qualcosa di me e dei miei viaggi… Mi chiamo Silvia, vivo a Parma ma sono nata a Napoli.
I miei viaggi sono iniziati da quando ero molto piccola grazie ai miei genitori che mi hanno portata in lungo e in largo per l’Italia e l’Europa ma quelli lunghi e oltre oceano si sono realizzati in compagnia di Raffaele, mio marito.
Sono graphic designer e la mia mente è sempre in cerca di nuovi stimoli, quindi i viaggi sono la “scusa” perfetta! Come darle torto…

interviste-viaggio-.silvia-cocchia-piumondopossibile
Silvia e Raffaele in tandem in Cina!

Quanti viaggi riesci a fare durante l’anno?

Se fosse per me, non farei nemmeno il biglietto di ritorno… ma devo fare i conti con la realtà e in media direi due viaggi l’anno!
Uno sempre nel periodo peggiore dell’anno, agosto, quando si hanno in genere più ferie e un altro verso la primavera.

Il viaggio più bello che hai fatto?

Scelta davvero ardua, tutti hanno qualcosa di talmente bello che lo renderebbero il migliore…  Come il primo viaggio con Raffaele, in vespa, due settimane on the road in Sardegna oppure quella volta in Malesia dove abbiamo preso 9 voli e visto cascate, foreste, mare, animali e grandi città, tutto in un solo viaggio!
Oppure il Messico, dove avevamo lasciato qualcosa in sospeso la prima volta che andammo e quindi ci siamo tornati!
Credo che essendo tutti uno più bello dell’altro, il migliore è quello che ancora dobbiamo fare!

interviste-viaggio-.silvia-cocchia-piumondopossibile
Dev’essere stato davvero un bellissimo viaggio questo!

C’è un viaggio che ti ha delusa?

Un viaggio non può davvero deludere, non per lo meno ad un vero viaggiatore! Il vero viaggiatore è preparto agli intoppi come ad esempio voli persi, alberghi scadenti o prenotazioni saltate… ma un viaggio non delude mai perché ha sempre qualcosa da insegnare, anche se l’esperienza fosse negativa.

Detto questo, pensandoci bene, un viaggio che ha lasciato un leggero segno di delusione c’è…

È un luogo che in molti definiscono un paradiso, clima mite tutto l’anno, buon cibo, mare, natura, tanti italiani e non solo l’hanno scelto per viverci e tutte queste premesse all’epoca ci stuzzicarono perché non nascondo che nel viaggiare siamo anche alla ricerca di un luogo dove magari trascorrere la nostra vecchiaia…
Avete capito di che luogo parlo? Esatto, Tenerife (isole Canarie).
Ora forse solleverò un polverone. Com’è possibile che Tenerife deluda? Credo la risposta sia semplice, l’aspettativa era troppo alta.

Non voglio dire che sia brutta o non ci sia piaciuta, come ho detto all’inizio, un viaggio non delude mai, ma sicuramente ci aspettavamo di più… Molto spesso il viaggio inizia prima ancora di partire, leggendo le guide o i racconti di altri viaggiatori.
Forse siamo stati condizionati dai tanti racconti letti da chi l’ha scelta per la vita. La natura incontaminata e selvaggia che si può trovare lì è magnifica, ma al tempo stesso trovi località iper affollate di turisti.
Ci aspettavamo il paradiso terrestre ma ci siamo accorti che non era quello il paradiso che ci immaginiamo noi.
Questione di punti di vista e priorità diversi dagli altri.

Ci siamo comunque divertiti e l’abbiamo girata praticamente tutta, ma non scattò la scintilla.

Qual è il viaggio dei tuoi sogni?

Sogno sempre di viaggiare, in casa ho una mega cartina del mondo con le puntine dei posti dove siamo stati in giallo e quelle dove vorremmo andare in rosso… se la vedeste ora vi verrebbe da ridere… è trivellata!
Un viaggio che sogno (anzi, sogniamo) da tempo ma che a causa delle ferie non siamo ancora riusciti a realizzare è Vietnam, Cambogia e Laos.
Il periodo migliore per andare è quando da noi è inverno e in quel periodo per Raffaele è quasi impossibile assentarsi sul lavoro.

interviste-viaggio-.silvia-cocchia-piumondopossibile
Un viaggio decisamente “zaino in spalla”!

In ogni caso, come dico sempre, è solo rimandato ma rimane nella lista!

Silvia, cosa vuol dire per te viaggiare?

Arricchirsi! Credo sia l’unica esperienza di vita dove sì, spendi soldi, ma torni più ricco di prima.

Puoi conoscere persone, culture, cibi diversi e capire così che non siamo tutti uguali ma al tempo stesso facciamo tutti parte di un unico meraviglioso mondo, unico grazie anche a questo puzzle di colori, profumi e sorrisi. 


Grazie Silvia! E’ bellissimo, ragazzi, leggere le esperienze, i racconti. le emozioni di altri appassionati viaggiatori… non è vero? A me piace un casino conoscervi!

Ci vediamo martedì prossimo con un’altra #Socialgnock, Chiara!

A presto e grazie mille per l’affetto che mi dimostrate 😘

7 pensieri riguardo “Interviste di viaggio #12 – Silvia Cocchia

  1. Mi piace lideal delle tue interviste e come sono realizzate, sono molto spontanee.
    Anche io in effetti ho un paio di viaggi che non mi hanno deluso, ma che diciamo non sono in lista tra le mete che consiglierei

  2. Che bello deve essere stato viaggiare in Vespa. 🙂 Anche mio padre ne fece uno, da solo, l’anno in cui sono nata io 😀 e indovina dove era andato? Una città che condivido da quando sono nata e che non ho ancora visto…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.