Cuba, il mio primo vero Viaggio

Un Viaggio con la V maiuscola, direi!

Era il 1996 (più di vent’anni fa, mamma mia) e un giorno, al ritorno da scuola, mia mamma mi fa “Dedo va a Cuba, vuoi andare con lui?” Immaginate la mia faccia… una giovane ragazzina a cui si presenta l’occasione di un viaggio intercontinentale. Secondo voi cosa ho risposto?!

Di corsa in sala a prendere l’enciclopedia e cerco… Cuba… wow!! Quando si parte?! Vado a preparare i bagagli!

Era novembre, ed era un viaggio incentive quindi tutto organizzato (alla perfezione, tra l’altro). Il pullman parte da De Ferrari all’alba per portarci a Malpensa; il volo era un Meridiana e l’aereo non era tra i più moderni dell’epoca. Io non avevo mai volato, quindi un po’ di fifa ce l’avevo… soprattutto quando il comandante, sorvolando l’Atlantico, annuncia che quello sarebbe stato l’ultimo volo del nostro Boeing e che, dopo millemila derapate nei cieli, sarebbe andato in pensione! Simpatico, il comandante!

Comunque, all’aeroporto di La Havana ci siamo arrivati! E ora via a Varadero… destinazione classica e scontata, lo so, ma per me era un sogno!!

la spiaggia di Varadero\
Mini Me sulla spiaggia di Varadero

Arriviamo al nostro resort (non mi ricordo il nome, ahimè) ed era tutto bellissimo: una hall immensa, giardini bellissimi, piscine che non ve lo sto manco a dire, laghetto con tanto di coccodrilli dentro… tutti dettagli che oggi, dopo vent’anni, non mi stupirebbero più a quel modo… o forse sì!

Appena arrivati in spiaggia, due ragazze cubane si sono offerte di farmi le treccine così, dopo tre ore di duro lavoro, sono entrata completamente nella parte della turista! Non volevano neanche essere pagate, ma Dedo ha insistito per lasciare loro una cinquantina di dollari; talmente felici, le due sorelle, ci hanno invitati a cena a “casa” loro: era una baracca, una specie di cantina e ci vivevano in sei o sette persone… pochi oggetti, ma ognuno sistemato al suo posto con il cuore!

Il mio primo vero viaggio. Un viaggio pieno di emozioni.

Comunque, in quella casa, con quelle persone, ho mangiato l’aragosta più spettacolare della mia vita! E’ gente speciale la gente di Cuba. Non hanno niente, ma sono pronti ad offrirti tutto, sempre col sorriso sulle labbra a cantare e ballare come se non ci fosse un domani!

Un giorno, invece, lo abbiamo trascorso a La Habana: ecco, quel giorno mi sono innamorata di Cuba e mi sono ripromessa di tornarci. Questa città è magnifica, in ogni angolo! E’ tutta allegra e colorata, anche se la miseria si respira nell’aria.

Mi ricordo di essere rimasta un po’ turbata nel vedere i bimbi sulle scale del Campidoglio che elemosinavano penne. Si, penne. Loro volevano le Bic e io non lo sapevo. Loro volevano quelle perchè a scuola avevano solo le matite e i loro disegni, prima o poi, sarebbero spariti. Invece la Bic rimane, non va più via.

Ecco, questo viaggio, il mio primo vero viaggio, per me è come se fosse stato scritto con la Bic: non è mai più andato via e mai se ne andrà.

viaggio a cuba
Mini Me e Dedo

Grazie Dedo,

Cinzia 😘

PS: le foto sono brutte, ma hanno 22 anni!

37 pensieri riguardo “Cuba, il mio primo vero Viaggio

  • Pingback: Il perchè della “navite” – Più mondo possibile

  • 14 Maggio 2018 in 09:08
    Permalink

    Come primo viaggio Cuba mi sembra il top! Noi l’abbiamo inserita nella nostra wishing list da sempre e non ci siamo ancora stati ma ogni articolo che ne parla mi fa salire la voglia di vederla!

    Rispondi
    • 14 Maggio 2018 in 09:38
      Permalink

      Andate appena potete… Cuba ti ruba il cuore! <3

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 10:43
    Permalink

    I viaggi fatti da giovane hanno un sapore intenso e sono davvero indelebili.
    P.S. ma in tutto questo… Dedo chi è? 😉

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 10:51
      Permalink

      Dedo era il mio super nonno! Lui mi ha portato a Cuba! <3

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 11:44
    Permalink

    Le foto non sono affatto brutte, anzi, meravigliose, proprio perchè hanno 22 anni e sono ricche di ricordi! Bellissimo racconto, carico di emozione proprio perchè così radicato in te! Che bellissima opportunità hai avuto a fare un viaggio così lungo da piccolina!

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 12:01
      Permalink

      E’ vero, ho avuto una grande fortuna anche se poi, per anni, non so più andata da nessuna parte! Però la passione per i viaggi è rimasta sempre lì, nel cuore!

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 12:21
    Permalink

    Nno sono mai stat Cuba, ma di Cuba amo tutto: la musica, il ballo, i coliri, la lingua, la gente!!! So che un giorno la vedrò, ma non so se vorrò tornare a casa 🙂

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 12:33
      Permalink

      Eh si, è anche possibile che ti sorprenda la voglia di rimanere lì! Invece tornerai a casa e poi, un giorno, ritornerai a Cuba! Io ci sono stata due volte e so già che ci tornerò!

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 13:22
    Permalink

    Così giovane e vivere un’esperienza così speciale, sono quei ricordi che porterai con te per il resto della tua vita.
    Nessun viaggio credo che non abbia avuto il sapore di quei giorni a Cuba.

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 13:34
      Permalink

      Hai ragione, le emozioni vissute in quel viaggio non torneranno mai! Ce ne sono state altre, ce ne saranno altre… ma quelle del primissimo viaggio no!

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 15:12
    Permalink

    un viaggio importante che credo ti abbia forgiato e reso molto èiù forte

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 15:15
      Permalink

      Esatto! E sicuramente ha aumentato la mia voglia di scoprire più mondo possibile!!

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 19:06
    Permalink

    I primi veri viaggi sono quelli che ti rimangono sempre dentro, te li ricordi e tutto sembra bellissimo. Io a Cuba non sono mai stata ma mi hanno detto essere davvero un luogo magico. In ogni caso le foto non sono brutte, ma sono vissute. E la tortura delle treccine l’ho provata anch’io, ma poi l’effetto è bellissimo. Quindi ne vale la pena.

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 19:39
      Permalink

      Hai ragione in tutto! I ricordi, Cuba, le treccine… un primo viaggio davvero magico!

      Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 19:40
      Permalink

      Dedo ha girato tutto il mondo. Mi ha portstonsolo a Cuba ma con i suoi racconti un po’ il mondo l’ho girato anche io! E ora manca tanto…

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 20:23
    Permalink

    mai stata a cuba, spero di andarci prima o poi. mio marito c’è stato anni fa e mi dice sempre che le persone sono splendide.

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 20:39
      Permalink

      Tuo marito ha ragione! Fatti portare, mi raccomando!

      Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 22:05
      Permalink

      Ma perché non me ne arrivano più di queste proposte??!!

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 22:53
    Permalink

    Sento quasi il profumo di Cuba. Un profumo inconfondibile. E il suono… Ah il suono. Anche quello è inconfondibile. E il caldo. E la pioggia delle 5. E il sole. E le luci sulla spiaggia di notte…
    Insomma, la bellezza di avere un viaggio con la V maiuscola a Cuba è impagabile.

    Rispondi
    • 26 Novembre 2018 in 23:04
      Permalink

      Direi che Cuba è rimasta nel cuore anche a te, giusto?? Quante emozioni i viaggi… nessun oggetto è paragonabile ad un viaggio!

      Rispondi
  • 26 Novembre 2018 in 23:31
    Permalink

    Tra non molto saremo “oltreoceano”, ma non potremo includere anche Cuba purtroppo!

    Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 09:19
      Permalink

      Peccato, ma essere “oltreoceano” è già una grandissima cosa! Buon viaggio!!

      Rispondi
  • 27 Novembre 2018 in 08:31
    Permalink

    sono d accordo assolutamente cn la tua descrizione! a me varadero personalmente è piaciuta solo per il mare e il bar “calle 52” (?) non ricordo bene il nome. ma la terra dei 5 fuochi e havana….tanta roba!

    Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 09:19
      Permalink

      Esatto… Varadero niente di che, ma La Havana… è magnifica!

      Rispondi
  • 27 Novembre 2018 in 08:36
    Permalink

    Mi è piaciuta una frase, la bic che rende indelebile i disegni dei piccoli cubani. È proprio vero certe esperienze toccano il cuore e sono indimenticabili!

    Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 09:20
      Permalink

      Si. Ero così giovane che, forse per la prima volta, mi sono sentita davvero fortunata. Non dimenticherò mai gli occhi di quei bimbi!

      Rispondi
  • 27 Novembre 2018 in 09:15
    Permalink

    Sai, non sono mai stata a Cuba, ma le tue sensazioni al primo volo intercontinentale le ricordo anche io. Io andavo a NY avevo 16 anni. Da sola. Con alcune compagne di classe. Non tutta la classe. Una cosa stupenda.

    Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 09:21
      Permalink

      Beh, che sogno!! Se hai dato un’occhiata al mio blog hai sicuramente capito quanto io sia perdutamente innamorata di quella città!!

      Rispondi
  • 27 Novembre 2018 in 09:36
    Permalink

    e certo che è un viaggio con la V maiuscola, mi piacerebbe moltissimo anche a me visitare Cuba…..

    Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 09:48
      Permalink

      Te la consiglio con tutto il cuore! E’ davvero un posto bellissimo!

      Rispondi
  • 27 Novembre 2018 in 11:11
    Permalink

    bellissima avventura! non sono mai stata a Cuba ma chiunque sia andato mi ha parlato molto bene delle persone, della loro cordialità e dei loro sorrisi

    Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 12:28
      Permalink

      Esatto, quei sorrisi non te li dimentichi più!

      Rispondi
    • 27 Novembre 2018 in 22:50
      Permalink

      Ho davvero iniziato alla grande!!

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: