crociera inaugurale costa venezia piumondopossibile

Crociera Vernissage di Costa Venezia – parte 2

Costa Venezia è bella, come ho già detto nella prima parte del racconto. L’organizzazione del primo giorno, invece, ha fatto pena.
La prima cena, ad esempio, è stata un disastro; forse perchè di botto sono entrate quasi 6000 persone e l’equipaggio si è trovato un po’… come dire… spiazzato!?

Non è stato bello, poi, vedere in più occasioni operai che smontavano robe elettriche dagli ascensori perchè si bloccavano in continuazione…
Non è stato bello saltare lo scalo a Zara a causa di una tempesta che, in realtà, non è mai arrivata… forse gli operai avevano bisogno di lavorare in porto e non in navigazione 😒

costa venezia in navigazione
Questo è stato il mare più mosso che abbiamo beccato. Vi sembra forse la “tempesta perfetta”? A me no. Vi assicuro che ho navigato in acque peggiori!!

A parer mio, ma non solo mio, la nave non era ancora pronta per lasciare il cantiere!

Ma tutto ciò non è bastato a rovinarci la vacanza! D’altronde sono piccoli disagi che possono capitare, giusto? Io ho sempre detto chi non fa non sbaglia e sono sicura che sarete tutti d’accordo con me!

E comunque dal secondo giorno in poi si sono ripigliati un po’ tutti! Io, in realtà, mi sono ripigliata il terzo giorno, ma questo non conta!

Come vi ho già detto nel primo articolo dedicato alla crociera inaugurale di Costa Venezia una cosa che mi ha colpita è stato lo stile, decisamente meno pacchiano rispetto ad altre navi Costa.

Il mio posto preferito su Costa Venezia e altri luoghi

Uno dei luoghi, degli spazi, che mi è piaciuto di più in assoluto è la Lounge delle Stelle, al ponte 5.

Uno spazio non enorme, anzi. La parte interna, con tavolini e divanetti dai colori bellissimi, era il nostro punto di riferimento per il primo aperitivo, mentre la parte esterna era il luogo in cui mi rifugiavo quando volevo stare con me.

costa venezia
tipo così…

Le sedute, di varie misure, sono praticamente a picco sul mare. Non vedi altro, solo il mare e la scia della nave che accompagna i pensieri.

costa venezia louge delle stelle

Ci sono tanti altri luoghi belli a bordo, piccoli angoli di design e molto, ma molto instagrammabili!
Vi faccio vedere alcune foto:

Sono belli vero? Andiamo avanti e vediamo cosa ci offre questa nave per divertirsi, o rilassarsi, un po’!

Per i bimbi ma non solo: giocare, divertirsi e mantenersi in forma!

Con il caldo è una figata, perchè lassù al ponte 15 partono gli scivoli… che forse non sono proprio adatti ai bimbi! Ma la temperatura non permette (alle persone normali, almeno!) di buttarsi in piscina quindi scendiamo e andimo nella Laguna: acqua bassa, lettini “a mollo”, giochini vari… e poi il mini golf, le barchette, attrezzature per tenersi in forma e praticare un po’ di sport anche in vacanza (si, come no!!)

costa venezia

Di certo non si ha il tempo a disposizione per annoiarsi perchè qualcosa da fare si trova sempre!

E c’è pure lo Juve Stadium! Non so di preciso perchè sta nave sia così juventizzata ma, oltre al campo da calcio firmato c’è lo Juventus Museum e lo Juventus Store.

Il campo è bello. Il museo così così, non c’è granchè: qualche foto, una coppa cinesemente scopiazzata, qualche calciobalilla. Il tutto, naturalmente, zebrato.
Il negozio è caro come l’oro. Ma di negozi ve ne parlo tra poco.

costa venezia juve stadium

Vogliamo parlare della SPA? Non troppo, vi prego, perchè non ci sono andata. Posso solo dirvi che al ponte 14, a prua, abbiamo la Bellezza Gym e la Bellezza SPA.
Non ne ho usufruito, ahimè, perchè in palestra non ci vado manco a casa… figuriamoci in vacanza!
Un massaggio me lo sarei fatta fare volentieri, anche uno al giorno, ma avevo dimenticato a casa la mezzetta di banconote gialle e verdi da scialacquare. Quindi ciao ciao trattamenti di bellezza!

Però, in un pomeriggio di stop forzato in porto, io e Cri abbiamo usufruito della piscina coperta (col tetto panoramico, wow) e ci siamo divertiti tantissimo sguazzando dentro l’acqua che sapeva di tutto tranne che di cloro, con un odore stranissimo!

costa venezia piscina coperta

Shopping a bordo di Costa Venezia

Non vedevo l’ora che la nave partisse per andare subito a fare un po’ di sano shopping (se la nave è ferma in porto i negozi sono chiusi) ma che delusione ragazzi…

Nelle altre crociere ho sempre comprato qualcosa, facendo anche dei buoni affari, tipo borse, profumi, orologi… poi Cri comprava sempre la calamita della nave da attaccare al frigo, un giochino, un pupazzetto…

Delusissssssima me! I negozi a bordo di Costa Venezia erano fighi, nulla da dire. C’era Michael Kors, che un po’ mi ha rotto, vi dico la verità; c’era Tiffany, che mi ricorda sempre un po’ la mia New York; un negozio di orologi che vendeva roba tipo Tag Heuer, Audemars Piguet, Cartier, Patek e altri brand simili; la profumeria con solo marchi top; un negozietto Costa, che vendeva magliette.

Cosa mi sono comprata a bordo? NIENTE. L’affare volevo farlo, giuro che era mia intenzione… ma così no! Altro che affare, prezzi triplicati rispetto ai negozi di Milano!

Alla fine ho detto “basta, almeno un braccialetto in argento di Tiffany me lo devo comprare” e così mi sono decisa ad entrare e a chiedere alla commessa cinesina se mi faceva vedere qualcosa (in english, of course).
Mi ha tirato fuori soltanto tre modelli, perchè l’argento ai cinesi non piace. Ah, ok. Uno, in effetti mi piaceva un sacco e me lo metteva a 1850 euro. Le ho detto che ci avrei pensato un attimo e sarei ripassata… poi mi son dimenticata, mannaggia!

Comunque niente, neache Cri è riuscito a a comprarsi qualcosa. Le calamite non le avevano. Giochi per bimbi manco l’ombra. Peluche figurati… povero bambino!!

In conclusione: shopping a bordo di Costa Venezia BOCCIATO, almeno per noi comuni mortali un po’ pezzari!!

Il Casinò

Il Casinò Dea Bendata, situato al ponte 4, è un normalissimo casinò con macchinette e tavoli. Per la prima volta non ho fatto nessuna puntata ai tavoli seri e ho giocato giusto il minimo indispensabile alle macchinette, perchè avevo 10 minuti da far passare.

Queste macchinette sono incomprensibili. Parlano cinese anche loro. Così ho rinunciato. Tanto, a me e Cri ci sbattevano fuori tutte le volte… manco avessi lasciato il bambino al tavolo del Black Jack col sigaro in bocca e lo Zacapa nella manina destra… va beh, ciao ciao gioco d’azzardo!

E, appena sbattuti fuori dal casinò… foto con membri dell’equipaggio per Cri! 👋👋👋👋👋

costa venezia equipaggio
Questo qui ha visto Cri che vagava, appunto, appena fuori dal casinò e gli ha detto “ciao bimbo, vuoi fare una foto con noi?” Si, noi… in realtà ho dovuto ritagliare la foto perchè gli altri non sono rimasti molto bene, o avevano gli occhi chiusi… così è rimasto solo lui!
costa venezia equipaggio
Per correttezza, questa è la foto originale! Lo so che state guardando ancora quella sopra…

Conclusioni

Che dire ragazzi, anche questa è andata! Farò altre crociere? Certo che si! Probabilmente tornerò alle vecchie abitudini: partenza da Savona e 3 o 4 giorni al massimo.
Per la prenotazione sempre e solo loro, i ragazzi de I Viaggi del Principe!

A breve vi racconterò di un’altra nave, ma per ora non posso svelarvi nulla! E vi ricordo che tra qualche mese sarà varata la Costa Smeralda… vogliamo mica perdercela?!

Vi abbraccio come al solito e vi lascio con una frase che mi piace tanto e che ci sta proprio a pennello

La persona che torna da un viaggio non è mai la stessa che è partita…

A presto 😘


24 pensieri riguardo “Crociera Vernissage di Costa Venezia – parte 2

  1. Ho il terrore di trovarmi su una nave in mezzo al mare, pur amandolo tanto, eppure il tuo post mi ha fatto venire voglia di una crociera.
    P. S. Bella la foto del ragazzo dell’equipaggio 😉

  2. Sono terrorizzata da un viaggio in crociera. Non perché mi faccia male il mare, anzi… per le troppe persone a Bordo! Gli spazi troppo condivisi, le cene tra milioni di sconosciuti. Niente, io proprio non riesco a cedere a questo tipo di vacanza. Complimenti, hai fatto delle foto bellissime e a quanto pare, a parte il primo inghippo, vi siete divertiti un mondo!

    1. Pensa che in realtà tutta sta folla non la senti… almeno per me è così! Addirittra al ristorante eravvamo in una zona un po’ nasconsta ed eravamo praticamente soltanto io, Cricri e i nostri 5 amici!

  3. Avevo letto il primo articolo e mi ero quasi convinta nonostante tutto di partire. Con il secondo direi che la voglia di crociera era molto alta ma poi mi parli dello Juventus stadium e li … niente! Non riuscirei mai a fare una crociera sapendo di una cosa simile a bordo.

    1. ah ah ah!! giuro che l’ho trovato solo su questa nave, nelle altre non c’è nessun riferimento a nessuna squadra!!

  4. Ho fatto solo una crociera alle Canarie ma non escludo di riprovare l’esperienza. Io andavo in palestra durante la navigazione, quando stavo bene perché soffrendo il mal di mare spesso stavo sdraiata in cabina 🙁

    1. Il mal di mare è terribile, per fortuna io non ne ho mai sofferto! Anzi, mi diverto con un po’ di mare mosso!

  5. Le zone relax sul ponte 5 devono essere state davvero bellissime ma che ansia gli operai negli ascensori che si bloccavano!! Prima o poi proverò una crociera ma non è tra le mie priorità, preferisco vacanze più libere in termini di tempistiche sebbene è bello pensare di avere il mondo in una nave 😉

  6. Non ho mai fatto un viaggio in crociera e a dire il vero non mi ha mai attirato, ma so che prima o poi lo voglio fare. E questa di Costa Venezia mi sembra un buon punto di partenza… sempre affascinanti gli uomini in divisa 🙂

  7. Avevo letto la prima parte di questa tua avventura, quindi non potevo perdermi qui il seguito. Mi spiace che l’organizzazione del primo giorno sia stata un po’ penosa… poi però mi sembra che questa nave sia ben attrezzata: Juventus stadium, casino, spa… . Si, insomma mi sembra che offra diverse possibilità di intrattenimento! Un’esperienza che mi piacerebbe fare

  8. Già non amo le crociere ma leggendo questo post, aspettavo infatti la seconda parte, mi hai convinto ancora di più non faccia per me. Le fluviali invece mi incuriosiscono molto!

  9. ho il terrore di fare crociere, da sempre, anche se so nuotare. Tutta quell’acqua mi mette ansia. E considerando quanto costa poi vivere a bordo forse meglio così 🙂

    1. Quest’ultima in effetti è costata un po’ di più… anche per quello è meglio starci pochi giorni!!

    1. Me lo chiedo anche io… forse per guadagnare qualcosa in più con la crociera di posizionamento!

  10. Ho fatto solo una corciera nella mia vita di viaggiatore e devo dire che ciò che più ho apprezzato è la vita di bordo. I vari angoli relax (quello con i separè al ponte 5 è fantastico), le piscine, le palestre e soprattutto il teatro. E’ un pò come stare in un grande villaggio vacanze dove rilassarsi, divertirsi e farsi coccolare

  11. Ho letto con vero spasso la tua seconda puntata di questo viaggio, un pò sui generis penso..I prezzi meglio che ti sei dimenticata di prendere il bracciale..avresti dovuto aprire un mutuo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.