Le (peggiori) categorie di Blogger, secondo me.

In diretta dal mio letto, con una tonsillite terribile che mi blocca da domenica sera, ho finalmente deciso di scrivere questo articolo sulle categorie di Blogger, consapevole che probabilmente darà un po’ fastidio. Ma me ne frego!
Tornando alle mie tonsille non ricordo di essere stata così male. Solo oggi sono riuscita a mangiucchiare qualcosa, solo oggi riesco di nuovo a parlare anche se solo con un filo di voce. Il mio collo, per colpa dei linfonodi ingigantiti, assomiglia tanto a quello di Maurizio Costanzo, un pelino più lungo però.


Prendo antibiotico e cortisone. I primi due giorni ho preso l’antibiotico scaduto nel 2014 (non avevo gli occhiali quando ho trovato la confezione) quindi penso che non abbia fatto molto effetto.
La dottoressa che ieri mi ha visitata dice di non aver mai visto tonsille così grandi.

Ma tutta questa premessa cosa c’entra? Assolutamente niente! Volevo rendervi partecipi del mio malessere! Ho Saturno (e tutti gli altri) contro ma sono certa che qualcosa cambierà. In meglio, naturalmente!

Le categorie di Blogger

Premetto che ci pensavo già da quache giorno ma ieri sono stata illuminata da un post che ho letto su Facebook, scritto da Roberta di In viaggio con Lollo che diceva esattamente così:

Amo viaggiare (e questo ormai lo sapete), ma pubblico poco, sia per motivi pratici che per scelta: meglio poco ma buono per me.
Arrivata a questo punto, dopo anni di “onorata carriera”, mi interessa essere letta da chi ha davvero il piacere di farlo.
Non essendo mai stata una persona politicamente corretta, non tenterò di ottenere like su like, commenti su commenti tramite mezzucci.
Tra blogger (ma prima di tutto tra esseri umani) si fa largo uso della captatio benevolentiae, per esempio: ti cito, ti taggo, ti onoro affinché tu lo faccia con me e il mio nome giri e io mi costruisca un’immagine.
“Faccio comunità” insomma.
Io no. Grazie a questo no, mi sono presa le mie batoste e non mi sono costruita una fama da star.
E allora, se proprio devo essere un’outsider, che outsider sia.
Continuerò a non sbandierare i miei risultati e a non dare un’immagine di me artefatta e fintamente spontanea come va di moda adesso.
A me piace l’esatto contrario: apparire cinica ed essere poi scoperta per il mio “cuore di panna”.
Che vi devo dire… Chi mi ama mi seguirà. Del resto si dice così, giusto? 😉

Ecco, io condivido ogni singola parola.

Anche io pubblico poco, per svariati motivi. E anche a me interessa essere letta e seguita solo da chi davvero ha piacere di farlo.
Non ho mai cercato di ottenere like con nessun tipo di mezzuccio.
E no, non “faccio comunità”!

Mi direte e si vede! perchè ho pochi followers, perchè ho poche visite, perchè non mi si caga nessuno insomma!

E quindi? Devo avere un blog e scrivere fandonie per fare un favore a qualcuno o solo perchè mi appassiona? La seconda, sicuro!

E poi, ultimamente, vedo in giro in rete delle Blogger che mi fanno davvero venire il mal di stomaco!! Tipo?? Tipo queste!

La Blogger Esaltata

La categoria peggiore secondo me. La Blogger Esaltata è quella figa, con la casa figa, con i figli fighi, il marito figo, il gatto figo… La maggior parte delle volte è una figlia di papà, o una mantenuta. Non lavora, sia mai…

Ha la casa sempre perfetta tipo catalogo Ikea, roba che se mai capitasse da me mi denuncerebbe senza pensarci un secondo.

L’unica cosa che non le ho ancora visto markettare sono i tampax, ma probabilmente sta prendendo accordi.
Pochi giorni fa un’Esaltata si lamentava di essere troppo bella. Diceva di essere stata discriminata e bullizzata per tutta la vita a causa di questo “difetto”.
Che poi è oggettivamente una bella ragazza, eh… ma da qui a dire troppo bella mi sembra un tantino esagerato!


Ah, la categoria di esaltate esiste anche nella vita reale, fuori dalla rete! Occhio, sono le peggiori.

La Blogger Mastrota

Questa catergoria di Blogger, sinceramente, mi fa un po’ sorridere! Si spaccia, la maggior parte delle volte, per Travel Blogger ma in realtà vende. Anzi, vuole vendere. E tutti i giorni la classica frase ovunque mi raccomando, l’offerta scade oggi!! correte!
La Blogger Mastrota vende corsi farlocchi, consulenze, libri magici, piani editoriali miracolosi, pentole, materassi e poltrone relax.

In questi giorni che sto trascorrendo a casa mi capita spesso di vedere in tv pubblicità del genere e il mio pensiero va subito alle Blogger Mastrota!
Che ridere!


Raga, se volete fare la Blogger di professione bisogna studiare, tanto e seriamente. E comunque non è detto che ci riusciate! Chiara Ferragni ce n’è una, ed è una che già partiva moooolto avantaggiata. Anche a me piacerebbe fare questo nella vita! Mi piacerebbe essere pagata per viaggiare, per testare le piscine dei resort, per valutare la qualità delle crociere e la comodità della first delle compagnie aeree… ma per ora continuo a fare il mio lavoro, con tutto l’odio possibile!

La Blogger Mielosa

Questa categoria mi fa venire il diabete! La Blogger Mielosa pubblica costantemente foto con marito e/o figli con didascalie talmente zuccherose da far venire il latte alle ginocchia!


Sono madri perfette che a volte mi fan sentire una madre ingrata. Spesso, pure loro, non lavorano perchè occupate tutto il giorno ad appiccicare cuoricini alle pareti di casa, a sfornare torte a forma di cuore, a portare i pargoli al parco perchè la vita all’aria aperta è un toccasana per i bambini.

Invece a me fa schifo stare ai giardini con mio figlio, preferisco stare in quell’ufficio ad occuparmi dei miei 700 architetti!

Anche la categoria Mielosa esiste nella vita reale… sono davvero fastidiose. Ma io dico, i mariti? Un po’ di dignità no? Che amarezza…


Ecco, l’ho scritto! Queste sono le categorie di Blogger a mio avviso peggiori della rete. E quante ce ne sono…

Ma ci sono anche Blogger che mi piacciono e che stimo molto, perchè autententiche e senza peli sulla lingua!

I miei blog preferiti, oltre a quello di Roberta, sono due e ve li cito senza aver chiesto il permesso alle autrici:
Mainagioia is the new blak, http://www.mainagioiaisthenewblack.com, di Michela.
Profumo di Follia, https://www.profumodifollia.it, di Anna.

Conoscendole un po’, anche se solo virtualmente, posso dire che sono due ragazze vere, che se ne fregano di una sponsorizzazione in più ma che hanno un gran successo!
E questo mi piace un casino!

Ecco si, vorrei essere come loro! Cioè non intendo copiarle, sia chiaro. Mi piacerebbe essere apprezzata per quello che scrivo, che sia un viaggio o uno sfogo personale. E di certo non scriverò mai qualcosa che non mi rappresenti solo per avere un prodotto gratuito in cambio!

Ora, dato che non sono ipocrita, metto qui in fondo il banner di Booking: usatelo se dove prenotare un hotel, così guadagno quel 0,0030% e un giorno diventerò ricca e famosa!

Vi abbraccio forte,
Cinzia


Booking.com

20 pensieri riguardo “Le (peggiori) categorie di Blogger, secondo me.

  1. Ti ringrazio anche qui per la menzione, mi fa davvero piacere 🙂 in realtà non credevo che questa parte del mio modo di fare blogging arrivasse all’esterno. Purtroppo è vero: tra i blogger circola questo brutto modo di fare, parecchio opportunista, e che io ho sempre visto come umiliante. Tu mi leggi solo se io ti leggo. Tu mi scrivi che il mio articolo è fantastico se anche io faccio lo stesso. Mi metti like se lo faccio anche io, fai finta di essere mio amico finché ti fa comodo. Cosa ci si guadagna, di preciso? Visite finte ad articoli che di fatto non sono interessanti? E a che mi serve? No, grazie.

    1. Guarda, ti dico la verità: ho partecipato qualche volta a scambi commenti ma dopo che un’autrice ha scritto alla commentatrice qualcosa del tipo “sono felice che ti piaccia la pizza ma il mio articolo parlava di un borgo medievale del Friuli” giuro che ho detto basta!

  2. Se propio devo dirla tutta la categoria che propio non sopporto è quella che non sa ne viaggiare ne scrivere, ma la sola peculiarità che la contraddistingue è quella di sentirsi principessa sul p….. o. Non ti conoscevo ma seguo Roberta credo che ti aggiungerò alle poche persone che seguo.

    1. E io ne sono onorata! Ce ne sono tante che si sentono principesse e la cosa migliore che possiamo fare è farglielo credere! Grazie davvero!

    1. Uuu guarda… ce ne sono un paio in particolare che avrei dovuto chiamare Blogger Stalker per quanto ti stressano cercando di convincerti a comprare cosa poi?? Fuffa!!
      Comunque piacere! Spero che tornerai a trovarmi!

  3. Grazie per questo articolo! mi hai regalato un sorriso e oggi ne avevo disperatamente bisogno. Ah e capisco i dolori della tonsillite, ci sono passata qualche anno fa e solo il post intervento per il dentone del giudizio (dente è riduttivo) ha battuto quel dolore. Forza! Un bacione

    1. Grazie!! Sono felice di averti strappato un sorriso! Alla fine è proprio questo che mi sprona a scrivere! Un bacione anche a te!

  4. Brava Cinzia! Io non leggevo per mancanza di tempo ma questa mattina mi hai incuriosito e mi fai partire con il sorriso 😊. Non sono una blogger , faccio finta e questo mondo non lo conosco… purtroppo immagino ci sia di tutto,,, come ovunque 😟
    Auguri X la tonsillite !!

    1. Bene, che bello!! Anche io sono una Blogger per finta, tranquilla! Ma c’è un mondo grandissimo pieno di persone super in gamba… e poi ci sono anche le mie categorie! Buona giornata e grazie per gli auguri!

  5. Ahahah, bella e degna conclusione, con il banner di Booking! 🙂 🙂 🙂
    Inutile dire che condivido al cento x cento… ed infatti anche dai miei numeri si vede! Ma ci divertiamo, ci fa star bene, e ci dà qualche piccola soddisfazione! Ed è questo che conta. Un bacio Cinzia, e buona guarigione!

  6. Spero che la tonsillite ti sia passata! Ti capisco perché mi capitava più o meno una volta al mese, fino a quando ho deciso di farmi togliere le tonsille.
    D’accordissimo sulle categorie, e da parte mia aggiungerei le blogger che non sanno scrivere: sembra assurdo ma ce ne sono tante che fanno errori di grammatica, punteggiatura e sintassi davvero fastidiosi!
    Sul discorso del fare comunità ho avuto un paio di esperienze negative in gruppi dove appena facevi un commento o una domanda erano sempre tutti pronti ad attaccare e a far pesare la loro “superiorità”, però in qualche altro gruppo mi trovo molto bene per quanto riguarda lo scambio di opinioni e consigli tra blogger.
    Buon weekend 🙂

    1. Quelle che non sanno scrivere mi fanno proprio innervosire… l’errore di battitura ci sta, ma le H, le virgole o i congiuntivi quelli proprio no!!
      E no, la tonsillite non è ancora passata del tutto!

  7. Ah ah bello questo post, condivido molto di quello che dici! E dal pulpito dai miei micro-numeri da micro-blogger mi permetto di aggiungere che forse in alcuni casi prima di postare tanto sarebbe opportuno un po’ di proofreading in più che fa sempre bene!

  8. Le categorie di blogger che odio sono quelle che ci mettono 6 minuti a scrivere un post, che scopiazzano a destra e a manca e scrivono sgrammaticato e poi dicono che è colpa del T9 (anche se è evidente che hanno problemi con accenti, congiuntivi e consecutio temporum). Non fa ridere, lo so. Fa piangere…..
    🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.