Viaggi e Tatuaggi

Viaggi e tatuaggi… E’ un binomio che mi piace tantissimo!

Viaggi e tatuaggi: tatuaggi fatti durante un viaggio, tatuaggi che parlano di viaggi, tatuaggi fatti al ritorno da un viaggio…

Io, al momento, ne ho 6 (precisiamo, ho 6 tatviaggi e altri “N” tatuaggi) e ora ve li racconto!

I miei tatuaggi che parlano di viaggi!

I love New York

Fatto mi pare nel 2008, da Delia (una garanzia). Ero appena tornata da New York e avevo bisogno di qualcosa di indelebile che me la facesse ricordare (non che ce ne fosse il bisogno…)

tatuaggio new york

In Polinesia

La manta io, il guerriero polinesiano Gian: ultimo giorno di viaggio di nozze. Eravamo al mercato di Papeete (in mezzo a banchi di pesci super colorati, strane cibarie, cartoline, calamite, etc.) quando vediamo al piano superiore una scritta “TATTOO”. Andiamo a vedere… Il tipo si chiamava Efraima e non parlava. Non perchè non capisse la nostra lingua (abbiamo provato sia con il francese che con l’inglese) ma perchè proprio non parlava. Forse era muto… Fatto sta che ci fa sedere e inizia con me. A mano libera, direttamente con ago e inchiostro, in tre minuti disegna un capolavoro. Stessa cosa a Gian; dieci minuti con lui forse, ma sempre a mano libera senza schizzi col pennarello.
Mai vista una precisione, una perfezione tale. Siamo rimasti muti anche noi. Quando è arrivato il momento di pagare gli abbiamo chiesto il totale e lui ha parlato: “fate voi“. Fate voi?! Ma come!? Sei un’artista, devi fare tu, non noi!! Alla fine non ricordo quanto gli abbiamo dato. Ma avevamo il più bel tatuaggio di sempre!

tatuaggio polinesiano

Il mondo

Fatto all’Hold Fast Tattoo Studio di Finale Ligure a settembre 2016, il giorno prima del compleanno di Cricri. Ho scoperto questa ragazza, Anita, su una pagina Facebook e mi sono innamorata del suo stile e dei suoi lavori. Adoro questo tatuaggio e mi piacciono un sacco i colori acquarellosi (infatti me ne ha fatto un’altro, un anno dopo).

tatuaggio mondo watercolor

La nave e l’aereo

Me li ha fatti di nuovo Anita. Ci sono le onde del mare, la scia dell’aereo… c’è anche un bimbo stilizzato con la bacchetta magica, ma non posso svelare proprio tutto!

tatuaggio nave e aereo

Il lemure

Si, un lemure. C’era qualcosa di meglio che potesse ricordare il (magnifico) viaggio in Madagascar?! Se avete letto i miei articoli malgasci sapete che quella è stata una vacanza particolare, che avrà sempre uno spazio speciale nel mio cuore. E il mio lemure non me lo farà mai dimenticare, neanche in caso di alzheimer!

tatuaggio lemure madagascar

L’unalome.

Fatto a Bangkok durante il mio ultimo viaggio in Thailandia. L’unalome (che ha fatto anche Gian) è un simbolo che appartiene alla tradizione buddhista. Il disegno è composto quattro soggetti: una spirale, una linea a zig-zag, una linea retta e un puntino. Rappresenta il percorso esistenziale dell’individuo e ogni soggetto ha un significato ben preciso (ve lo racconto qui)

tatuaggio unalome thailandia

Ecco. Questi sono i miei segni indelebili che raccontano un viaggio. Ognuno di loro è un pezzo di me. Sono scarabocchiati qua e là, senza un senso logico e forse, proprio per questo, sono ancora più importanti.
A volte anche io non ho un senso logico.

Per il momento, per quel che riguarda me, è tutto. Ora tocca a voi… avete voglia di parlarmi dei vostri tatviaggi?

Vi aspetto nei commenti e vi abbraccio forte!
Cinzia!


6 pensieri riguardo “Viaggi e Tatuaggi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: