cri viaggiare bambini

Maternità e bimbi. Quello che non ti aspetti…

Tempo fa, grazie all’invito di Isabella Carfì Dyess del blog Mama made in Italy, ho deciso di prendere parte a questo simpatico progetto (o forse rubrica) che si chiama Cosa aspettarsi dopo che si aspetta

E già il titolo la dice lunga… Cosa aspettarsi? E che ne so! Io non sapevo assolutamente cosa aspettarmi mentre aspettavo, figuriamoci dopo!

Tutto iniziò così…

Diciamo che ero abbastanza “ingenua”, nel senso che ho vissuto la gravidanza come se non fosse una gravidanza. Sono stata fortunata, soprattutto perchè ero più magra allora di adesso (ho preso solo 8 kg) ma anche perchè non vomitavo, bevevo e mangiavo (quasi) tutto, ho lavorato fino all’ultimo (beh, in effetti questa non è proprio fortuna) e Cristian, alla fine, è nato nel giro di un’ora e mezza.

L’unica cosa che mi aspettavo quando avevo la pancia (quella pancia, non quella di ora) era: deve essere femmina. Infatti, era un maschio. Ecco, quello era il mio terrore. Non so bene il perchè ma io non volevo assolutamente che fosse un maschio e invece, con il senno di poi, farei solo ed esclusivamente maschi!!

In realtà era un mini-maschio, un ragnetto di neanche 3 kg che pensavo si rompesse ogni volta che lo prendevo in braccio ma che in realtà non si è mai rotto… Beh, solo una volta… la testa. Si, e beh?! Dimmi te se a 4 mesi devi lanciarti dal fasciatoio a mo’ di Tania Cagnotto!! I bambini a 4 mesi devono stare fermi dove tu, madre, li metti. O sbaglio??

Forse, da quel giorno, ho iniziato a capire che cosa mi aspettava… un piccolo essere instancabile, senza interruttore on-off. I bambini non si stancano mai, ma perchè?

Cosa aspettarsi i primi mesi?

Di sicuro mi aspettavo di non dormire, invece ho dormito. Dormivo tranquillamente da seduta, nel letto, con il koala Cristian addoso. E non sono morta, giuro! 
Mi aspettavo di dover rinunciare ad un sacco di cose, invece non ho rinunciato a niente… anzi!

A 7 giorni si è fatto la sua prima Festa della Birra; a 10 giorni si è visto il suo primo Moto GP; a 15 giorni è stato sfrattato dal gatto, Pallina. Che vita spericolata!! 

Ma non è tutto oro ciò che luccica… si dice così, vero? 
Non avevo minimamente considerato le colichettele cacche non riuscitei sondini vari che solo a pensarci sto ancora male… per fortuna, però, è tutta roba che in un attimo passa. Perchè in attimo crescono.

Cosa aspettarsi per i primi viaggi?

Molti pensano che con l’arrivo di uno o più pargoli, i viaggi debbano stopparsi, almeno per un po’. Ma non è mica vero!! Beh, di certo non è consigliabile fare Vietnam e Laos “zaino in spalla” con il bambino in fascia (come le odio quelle fasce), ma di certo non dobbiamo rinunciare a viaggiare!

Il primo viaggio Cri lo ha fatto quanto aveva 3 mesi e siamo andati a Verona. 3 ore filate di macchina, con lui che ha sempre dormito nella navicella… che figata!
I viaggi non sono cambiati, sono solo aumentati i bagagli. Si perchè già a 3 mesi Cri ha bisogno di una valigia tutta sua con:

  • pannolini
  • salviette
  • cremina corpo
  • cremina culo
  • bagnoschiuma delicato
  • shampo super delicato
  • borotalchi
  • cottonfioc
  • latte detergente
  • acqua di colonia
  • spazzola 
  • occorrente per nutrirsi (a parte la tetta)

Ora che ci penso, Cri ha già fatto un sacco di viaggi, più o meno grandi! Quindi, amici viaggiatori, non disperate.
Non date retta a chi vi dice “eh ma coi bambini devi smetterla con i viaggi“, tipo mia nonna che mi stressa dalla mattina alla sera.
Oppure, ancora peggio, “ma cosa lo porti in giro per il mondo che tanto poi non si ricorda niente“… col cavolo!!
Cristian ha una memoria di ferro e si ricorda cose che voi umani non potete neanche immaginare!
I bambini devono adeguarsi alle nostre vite, non siamo noi che dobbiamo adeguarci a loro… se no non ne usciamo vivi! 

A Verona ci andiamo tutti gli anni, e anche nelle Marche! Cristian ha già fatto due crociere (bellissime) ed ha già prenotato la terza (no scherzo, l’ho prenotata io!); è andato a Praga e a Lisbona (due città stupende) in Sardegna almeno due volte; ha visto le splendide montagne della Valle d’Aosta…

E poi, dulcis in fundo, tra qualche giorno partiremo per una mega-vacanza, ma non vi svelo ancora niente, sorry! E il prossimo anno New York non ce lo leva nessuno!
Direi che per aver appena compiuto 4 anni siamo a buon punto, che ne dite?!

#cosaaspettarsidopochesiaspetta in pillole

Io ero una di quelle che diceva:

Cri non userà mai cellulare e tablet.
Cri usa cellulare e tablet molto meglio di me, e non da ieri. E’ questione di sopavvivenza.

– Cri sarà sempre vestito come il Piccolo George.
Cri, a volte, va in giro come uno spacciatore di ghetto; altre come se fosse carnevale. Soprattutto da quando vuole decidere lui cosa mettersi e cosa no.

– Cri non farà mai i capricci, perchè userò la mia autorità.
Ah ah ah!! Ma per favore!! Ma quale autorità che mi vende e mi compra come vuole!!

– Cri sarà un piccolo motociclista.
A cui, però, piace il calcio. Grrr

– Cri mangerà la frutta e la verdura tutti i giorni.
Tempo fa mi ha detto “mamma si la mangerò, ma quando sarò grande. Ecco.

– Cri amerà viaggiare.
E qui ho fatto centro!!

Conclusioni

Vi è piaciuto questo articolo? Se si, condividetelo… se no, lasciate stare e fate finta di non averlo letto!
Seguite su Facebook l’hashtag #cosaaspettarsidopochesiaspetta oppure andate qui sotto e troverete i link a tutte le altre storie di mamme, papà, nonne un po’ esauriti, proprio come me! 

Alla fine non so dirvi cosa aspettarsi, posso solo dirvi che è tutto meravigliosamente bellissimo! <3

Il progetto #cosaaspettarsidopochesiaspetta di Isabella

Ep.1 – Cosa aspettarsi dopo che si aspetta – Mama made in Italy

Ep.2 – Da uno a due – Datemi una M

Ep.3 – Cosa aspettarsi veramente quando si va in vacanza con un bambino – Mamma in viaggio

Ep.4 – Aiuto! sono mamma di due adolescenti – Mammaedonna

Ep.5 – Dieci cose idiote che mi hanno detto da quando sono mamma – Piano terra lato parco

Ep.6 – Storia di uno spannolinamento difficile – Hashtagmamme

Ep.7 – Quando inizia a camminare e tu inizi a correre – Mama made in Italy

Ep.8 – Intolleranza alimentare nei bambini – D di donna

Ep.9 – Lei e’ incinta – Il sorriso non ha eta’

Ep.10 – Innato istinto materno. Ma dove? – Mamma zen

Ep.11 – Come cambiano i viaggi con l’arrivo di un bimbo – Innamorati in viaggio

Ep.12 – Ma te lo aspettavi nonna? – Fantastic nonna

Ep.13 – Multitasking non ti temo – Mama made in Italy

Ep.14 –  Mamme stressate 0-12 ridiamoci su! – Segreti di mamma

Ep.15 – Le mamme e la conquista del divano – Mamma Turchina

Ep.16 – quello che avete appena letto!

Ep. 17 – Cosa aspettarsi dopo che si aspetta nove mesi – Piccole mamme crescono  

Ep. 18 – L’era della scuola. Lasciate ogni speranza… – Datemi una M

PS: la mia aspettativa più grande, ora, è che Cristian impari a soffiarsi il naso. Se avete consigli, suggerimenti, santoni o maghi… vi prego, lasciate un commento!

2 pensieri riguardo “Maternità e bimbi. Quello che non ti aspetti…

  1. Ahahah! Dai anche io ero un po’ perplessa per l’arrivo del maschietto invece devo dire che ci siamo presi subito;
    Primo viaggio con la pupa di due mesi e mezzo per sfruttare una gift box in Tiscana: 3 giorni di pioggia ☔️ e noi fuori come niente fosse 🤣✊

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.